I gatti normalmente si prendono cura del loro mantello tramite l’attività di grooming, si puliscono e lucidano il mantello eliminando il pelo morto e stimolando la crescita di quello nuovo.

In questo modo però i mici rischiano di ingoiare pelo in eccesso. Il rischio è circa lo stesso per gatti a pelo lungo e corto, e dipende più che altro dal tempo che il gatto dedica a questa pratica.

COME POSSO ACCORGERMI DEL PROBLEMA?

Se il gatto presenta letargia, stitichezza, tosse secca, se manifesta tentativi di espulsione di materiale dalla gola o se presenta vomito frequente o altalenante (non solo di pelo) è possibile sospettare che soffra di questo disturbo.

COME AIUTARLO?

  • L’alimentazione, come spesso accade, svolge un ruolo fondamentale.
  • L’utilizzo di integratori o di cibi ricchi in acidi grassi omega 3 ed omega 6 è un’ottima soluzione perché permette all’animale di mantenere un pelo lucido, compatto e sano. Il gatto perde così meno pelo e di conseguenza ne ingurgita meno. Utili pure gli integratori ricchi di fibra che favoriscono il transito intestinale del pelo.
  • L’utilizzo dell’erba gatta è un ottimo alleato, soprattutto nei periodi di muta del pelo come primavera ed autunno.
  • È importante abituare il gatto fin da piccolo ad accettare la pratica della spazzolatura che, se fatta regolarmente, limita moltissimo la necessità del gatto di pulirsi.
  • Chiedi consiglio al veterinario per sapere se è il caso di ricorrere all’utilizzo di paste e alimenti complementari per rimuovere il pelo.